Cambiare il mondo una piccola impresa alla volta

Il Women Exporters Program di UPS abbatte le barriere e costruisce comunità
Women Owned Biz Global Women Owned Biz Global Women Owned Biz Global

Di cosa si tratta: e se esistesse un modo per promuovere l’economia globale e creare da 288 a 433 milioni di posti di lavoro in tutto il mondo? Secondo un report del marzo 2022 di Citigroup Inc., la parità tra imprenditori e imprenditrici in tutto il mondo potrebbe fare proprio questo.

Non è una novità per UPS: nel 2018, UPS e la UPS Foundation hanno lanciato il Women Exporters Program (WEP) per aiutare ad affrontare la disparità nell’istruzione e la partecipazione della forza lavoro tra uomini e donne, fornendo assistenza mirata alle piccole e medie imprese (PMI) al femminile in tutto il mondo.

“Sapevamo che aiutare più imprese al femminile a esportare era fondamentale per generare più prosperità nelle comunità di tutto il mondo”, ha affermato Maria Luisa Boyce, vicepresidente del commercio internazionale e dell’America Latina per gli affari pubblici globali di UPS.

Come funziona il programma: grazie alle partnership con agenzie statali, organizzazioni non governative e altre parti interessate, UPS sfrutta l’influenza e l’istruzione per aiutare le donne di tutto il mondo a superare le barriere al libero commercio.

“Il lancio del programma è avvenuto con due partnership principali: l'International Trade Center di Ginevra e la sua iniziativa She Trades. L’altra partnership è stata l’USAID nell’ambito della Women’s Global Development Prosperity Initiative”, ha affermato Maria Luisa. “Oggi abbiamo più di 10 partnership”.

Lavorando insieme, queste organizzazioni forniscono strumenti, formazione e reti che aiutano le imprenditrici a ottenere finanziamenti e raggiungere potenziali clienti in tutto il mondo.

La svolta: durante la pandemia, gli amministratori di WEP si sono resi conto che le imprenditrici erano state colpite in modo sproporzionato dalla pandemia, perché hanno dovuto offrire assistenza e mantenere la famiglia.

“Abbiamo dovuto fare una pausa e ripensare il tutto”, ha affermato Maria Luisa. “Quali erano le esigenze delle imprenditrici? Come potevamo aiutarle ad affrontare la crisi e sopravvivere?”

L’attenzione si è quindi focalizzata su tre aree:

  • Creazione di competenze per l’e-commerce e il commercio digitale.
  • Accesso al finanziamento.
  • Formazione e strumenti di resilienza.

 

“Abbiamo capito inoltre che non potevamo limitarci alle donne. Abbiamo voluto estenderlo a tutte le piccole e medie imprese, perché tutte avevano sofferto”, ha affermato Maria Luisa. “Quindi abbiamo lanciato webinar e corsi di formazione in ogni angolo del mondo per le piccole imprese”.

Ad oggi, WEP ha formato quasi 31.000 donne e titolari di piccole imprese in tutto il mondo.

Storie correlate

Powered by Translations.com GlobalLink OneLink Software