Le donne sono fondamentali in UPS

Uno sguardo alle pioniere che hanno segnato la storia di UPS
1440x752px_WHM_NEW.jpg Tablet_768x760px_WHM.jpg mHero_1023x960px_WHM.jpg
Un secolo di traguardi: quest’anno, UPS celebra i 100 anni da quando la prima donna venne assunta nel 1923: Jessie Bell, la stenografa nell’ufficio di Los Angeles. Quando questa “pioniera” entrò in azienda, il fondatore di UPS Jim Casey le chiese se aveva intenzione di diventare un’impiegata “stabile”. Quando andò in pensione 31 anni dopo, Jessie ricordò quella domanda e disse con una punta d’ironia: “Purtroppo devo infrangere la mia promessa a Jim”.

Ricordate i giornali? Leggete l’articolo sulla gratificante carriera di Jessie in UPS.

Oggi le donne ricoprono ruoli di ogni tipo in UPS. La nostra azienda è guidata da una delle poche CEO donne presenti nella classifica Fortune 50, Carol B. Tomé.

Carol e la sua carriera fino al ruolo di CEO: dopo aver lasciato The Home Depot come Chief Financial Officer, Carol, che fa parte del Consiglio di Amministrazione di UPS dal 2003, è stata scelta per l’incarico di vertice in UPS, ma non è stata una decisione facile. “Un giorno ho detto al mio coach che avevo delle riserve sul rientro al lavoro. Mi ha guardato e ha detto: - devi farlo... devi farlo per tutte le donne del mondo - Quindi, donne di UPS, sappiate che siete parte della mia motivazione”.

Ricordare le donne che hanno aperto la strada: inizialmente, le donne sono state impiegate come autiste e in ruoli operativi durante la seconda guerra mondiale.

Al volante

Entrata in UPS nel 1943 a Los Angeles, Mazie Lanham è diventata la prima autista di furgoni UPS.

Alla cloche

Arlene Westermeyer è stata la prima donna pilota di UPS, che l’ha assunta nella compagnia aerea appena fondata nel 1988. Dai un’occhiata all’impegno di una pilota UPS per reclutare più donne di colore qui.

Al tavolo

Lea Soupata è stata la prima donna a far parte dell’Executive Leadership Team di UPS. È diventata vicepresidente senior delle risorse umane nel 1995. Oggi, un terzo dei nostri dirigenti di alto livello sono donne.

A terra

Ginny Odom è diventata la prima donna a raggiungere i 25 anni di guida sicura in UPS ed è entrata nel prestigioso Circle of Honor nel 1999. È stata anche la prima donna a raggiungere 30 anni, 35 anni e 40 anni.

Rendiamo omaggio alle donne che continuano a raccontare le nostre storie:

Carol B. Tomé è il dodicesimo CEO nei 115 anni di storia di UPS e la prima donna a ricoprire questo ruolo.

Il Consiglio di Amministrazione di UPS è un modello di impegno per l’inclusione. Il 31% dei membri è composto da diverse etnie e il 46% è composto da donne, ben al di sopra della media rispetto ad altre aziende Fortune 50. UPS è la prima società quotata della Georgia ad avere sei membri donne nel consiglio.

Chi governa il mondo? Il Business Resource Group (BRG) Women’s Leadership Development di UPS celebra oltre 4.000 membri attivi in 52 sedi locali in tutto il mondo. Nessun altro BRG di UPS ha più sedi locali!

La futura generazione di leader: Il BRG Women in Operations di UPS è composto da 17 sedi locali con oltre 1.000 membri. Solo nel 2022, il BRG ha raggiunto oltre 25.500 ore di volontariato!

Impegni concreti a sostegno delle donne: 

  • Nel 2022, la UPS Foundation ha investito 3,3 milioni di dollari in sovvenzioni e sponsorizzazioni per promuovere programmi a sostegno delle donne, tra cui SheTrades, Spelman College, Opportunity International Inc. e altri ancora.
  • UPS offre un impatto sociale attraverso il nostro impegno per la rappresentanza, il coinvolgimento dei dipendenti, il volontariato e le donazioni di beneficenza. Lavoriamo con orgoglio per raggiungere questi obiettivi:
    • 30% di donne nel management a tempo pieno a livello globale entro il 2025 
    • 40% di management aziendale etnicamente diversificato entro il 2025
    • 25% di donazioni di beneficenza dalla UPS Foundation destinate a donne svantaggiate, giovani e comunità emarginate 
    • 30 milioni di ore di volontariato dedicate alle comunità svantaggiate entro il 2030  
  • UPS si impegna a sostenere la salute aziendale e la crescita delle piccole imprese di proprietà di donne e minoranze. Attraverso un investimento di 1,25 milioni di dollari da parte di UPS e della UPS Foundation, UPS Ignite finanzia l’accesso a istruzione, risorse, reti e capitale.
  • UPS supporta queste attività anche attraverso la sponsorizzazione di organizzazioni professionali e comunitarie, fornendo risorse a più di 4 milioni di imprese di proprietà di donne e minoranze
  • Dal lancio del Women’s Exporters Program nel 2018, abbiamo formato quasi 108.000 donne e titolari di piccole imprese, e le abbiamo messe in contatto con l’economia globale.   

Storie correlate

Powered by Translations.com GlobalLink OneLink Software