“Dobbiamo lavorare insieme” per risolvere la crisi della catena logistica

Il dirigente UPS condivide una serie di riflessioni
Roundtable_ABOUTUPS_1440x752.jpg Roundtable_ABOUTUPS_768x760.jpg Roundtable_ABOUTUPS_1023x960.jpg

Le novità: UPS ha organizzato di recente una tavola rotonda per dirigenti sui problemi della catena logistica per esaminare le sfide da diverse prospettive.

Perché è importante: L'ambiente già complesso della logistica globale sta attraversando una fase di cambiamento senza precedenti, in cui clienti e vettori cercano di definire una nuova normalità. L'obiettivo è quello di costruire una catena logistica più resiliente che soddisfi la crescente domanda dei consumatori.

Gli spunti di riflessione di un dirigente di UPS: Philippe Gilbert, presidente di UPS Supply Chain Solutions, ha scritto il seguente articolo che descrive in dettaglio cosa sarà necessario fare per risolvere la crisi della catena logistica:

In quasi due anni di turbolenza legata alla pandemia, i leader della catena logistica globale si sono trovati in una terra incognita. Le dimensioni e la portata dei disagi che affrontiamo oggi sono diverse da quelle che abbiamo visto nel settore logistico globale che, anche in tempi relativamente calmi, è complesso, dinamico e in costante evoluzione.

La crisi attuale ha innescato cambiamenti radicali nel modo in cui le aziende e i consumatori si procurano e ricevono le merci. Abbiamo assistito a interruzioni della catena logistica imprevedibili e senza precedenti, nonché alla rapida accelerazione delle tendenze di lungo periodo.

Abbiamo una certezza: dobbiamo lavorare insieme per trovare soluzioni che affrontino le nostre attuali sfide per trionfare in futuro. Tutti noi, clienti e vettori, abbiamo la responsabilità di definire la nuova normalità per le catene logistiche e di approvvigionamento.

UPS ha organizzato di recente una tavola rotonda per dirigenti sulle questioni della catena logistica presso la nostra sede centrale globale ad Atlanta con i leader di alcuni dei nostri principali clienti, tra cui Caterpillar, Procter & Gamble e Verizon. Abbiamo inoltre invitato esperti del settore di aziende come Boston Consulting Group, Blume Global e il Council of Supply Chain Management Professionals.

UPS e gli ospiti hanno preso ogni precauzione per garantire la sicurezza di dei partecipanti: tutti erano vaccinati contro il COVID-19 e abbiamo mantenuto il distanziamento sociale durante l'incontro. Abbiamo ritenuto che fosse fondamentale incontrarci faccia a faccia per valutare e affrontare insieme le sfide che condividiamo.

Il nostro obiettivo era esaminare le sfide attuali della nostra catena logistica da prospettive diverse. Abbiamo analizzato l'impatto della pandemia sulla capacità di trasporto aereo e marittimo. Ci siamo chiesti come possiamo raggiungere la resilienza della catena logistica in futuro. E ci siamo impegnati a lavorare insieme per creare catene logistiche più fluide e prevedibili.

Cosa abbiamo imparato

Il nostro gruppo era d'accordo su molti punti chiave. Ad esempio, abbiamo capito che la pandemia ha creato situazioni impreviste come l'aumento delle consegne dirette ai consumatori. Abbiamo assistito a una riduzione della capacità di velivoli, che ha determinato un aumento delle tariffe di spedizione aerea e dei tempi di consegna. E abbiamo osservato come le tariffe per il trasporto marittimo sono aumentate a causa della carenza di container.

La pandemia ha anche accelerato problematiche di lungo periodo presenti molto prima che venissimo a conoscenza del COVID-19. Il settore logistico è in continua evoluzione e diventa sempre più digitale ogni giorno. Questa nuova esperienza digitale sta semplificando l'intera catena del valore. Inoltre, le catene logistiche sono più corte, più veloci e agili con l'ascesa del near-shoring e del reshoring. Stiamo anche assistendo a un cambiamento permanente nell'e-commerce.

Da parte nostra, UPS mira a crescere insieme a questi macrocambiamenti. Abbiamo condiviso con i partecipanti alla tavola rotonda le informazioni sulla nostra trasformazione digitale. Il COVID-19 ha chiaramente intensificato la necessità di adottare la digitalizzazione. UPS ha lanciato una nuova suite di strumenti di coinvolgimento digitale che consente ai nostri clienti di armonizzare le loro catene logistiche con soluzioni di spedizione, intermediazione doganale e maggiore visibilità”.

Nel frattempo, i nostri clienti (e collaboratori) hanno condiviso le loro prospettive sulle sfide e le soluzioni della catena logistica: è stato utile ascoltare le strategie dei nostri partner. Uno dei nostri ospiti ha spiegato i pro e i contro del leasing delle navi per rafforzare le loro catene logistiche. Abbiamo concordato che questa soluzione creativa a breve termine può essere inefficiente a lungo termine, ma rimane un'opzione fattibile che vale la pena prendere in esame. Il nostro gruppo ha inoltre concordato l'importanza di far progredire i nostri obiettivi ambientali, di sostenibilità e governance nonostante tutte le difficoltà attuali.

In ultima analisi, abbiamo concordato che dobbiamo tracciare insieme il nostro percorso. In un'attività complessa e complicata come la gestione della catena logistica, la collaborazione è fondamentale.

Se siamo uniti nei nostri obiettivi e manteniamo una comunicazione aperta, possiamo affrontare la sfida di questo momento e trasformare le catene logistiche globali e contribuire alla creazione di un mondo più sicuro e più prospero per tutti noi.

Sono grato ai leader del settore che hanno partecipato alla nostra tavola rotonda per dirigenti ed è stato fantastico far parte di un gruppo di innovatori con un tale potere di guidare il progresso. Insieme, abbiamo identificato importanti opportunità di collaborazione per superare l'ondata di disagi insieme. Nelle prossime settimane, UPS utilizzerà queste informazioni per sviluppare strategie e soluzioni per la catena logistica per servire meglio i nostri clienti in tutto il mondo. 

Storie correlate

Powered by Translations.com GlobalLink OneLink Software